Solliciteren bij de Partij voor de Dieren banner

Il Partito per gli Animali olandese obbliga il ministro di prendere un’azione contro il greenwashing da parte del settore dell’aeronautica

Questo mese, il deputato olandese Lammert van Raan (Partito per gli Animali) è riuscito a formare una maggioranza nel Parlamento nazionale per la sua mozione che incarica il governo di assicurarsi che il petrolio non venga etichettato come combustibile alternativo verde dall’industria aeronautica.

L’industria aeronautica è nota per il lobbismo per l’indebolimento dei criteri di sostenibilità. Nuovo basso: il tentativo dell’Arabia Saudita di etichettare il petrolio come combustibile alternativo verde con all’interno di CORSIA, il mercato proposto del carbonio per l’aviazione. Una turbina eolica su una raffineria di petrolio sarebbe già sufficiente.

Lammert van Raan: “L’industria aeronautica si è dimostrata molto riluttante ad attuare qualsiasi forma di azione climatica seria. Se vogliamo limitare il riscaldamento globale a uno scenario di 1,5 ° C, non possiamo semplicemente fidarci del settore. È ora di ridurre in modo significativo il numero di voli.”

Nel dibattito annuale sul bilancio del ministero olandese delle Infrastrutture e delle risorse idriche, Van Raan ha chiesto al ministro Van Nieuwenhuizen di parlare di questo nuovo trucco dell’industria aeronautica. Il ministro ha concordato con Van Raan che il petrolio non dovrebbe mai essere etichettato come combustibile alternativo verde. Questo mese, la maggioranza del parlamento olandese ha votato a favore della mozione di Van Raan.

Lammert van Raan: “Il solo fatto che questo tipo di greenwashing abbia effettivamente bisogno di essere affrontato caratterizza la direzione delle idee che l’industria aeronautica ha della sostenibilità.”