Solliciteren bij de Partij voor de Dieren banner

2002

Nel 2002 fu fondato il Partito per gli Animali. Ai tempi, il benessere degli animali non aveva un ruolo importante  nella politica. Gli interessi economici superarono sempre gli interessi degli animali. Le organizzazioni a tutela degli animali non riuscirono effettivamente a cambiarlo. Il coinvolgimento dei politici con il benessere degli animali e i diritti degli animali era zero. I partiti politici di allora non riuscirono a chiamare l’attenzione su questi argomenti.

Nel 2002, Marianne Thieme, la nostra presente leader del partito, insieme a Lieke Keller direttrice del partito e Ton Dekker precedente membro del partito, fondo’ un partito che puntava sui diritti ed il benessere degli animali. Lo scopo era di cambiare veramente le cose. Era nato il Partito per gli Animali, poco prima delle elezioni nazionali di gennaio del 2003.

In primo luogo il partito venne ricevuto con una grande dose di ironia e critica. Vennero poste delle domande come: Cosa volete? Siete veramente un partitio politico che difende esclusivamente gli interessi degli animali? Ma ci furono anche molte reazioni positive. Ricevemmo tantissime email da gente sia dai Paesi Bassi che dall’estero, che vedevano finalmente luce alla fine del tunnel per raggiungere una gestione degli animali piu’ rispettosa ed umana.

2003

A grande sorpresa dei nostri critici, non riuscivamo per poco a raggiungere un seggio nel parlamento nazionale nel 2003. Mancava veramente poco per essere riusciti a far parte del parlamento nazionale poco dopo l’erezione del partito. E’ stato un grande risultato, anche visto il tempo limitati di preparazione e la mancanza di mezzi finanziari per organizzare una campagna elettorale.

2006

plaatje1
A novembre 2006 ci furono nuovamente le elezioni nazionali, poiche’ fosse caduto il governo. Stavolta ci riuscimmo: il Partito per gli Animali fu eletto nel parlamento. E non con un seggio solo, ma addirittura con due dei 150 seggi della Camera olandese: Marianne Thieme e Esther Ouwehand.

Dopo essere stati eletti nel parlamento nazionale, il partito si espando’ con un’organizzazione giovanile (PINK!) ed un dipartimento scientifico (la Fondazione Nicolaas G. Pierson).

2012

Nel 2012 il Partito per gli Animali celebra il suo anniversario di dieci anni con un documentario sulla storia del partitio fino a quel momento: La Lepra nella Maratona.

2015

Nel frattempo il partito e’ cresciuto fino a diventare uno dei movimento principali per i diritti degli animali nei Paesi Bassi, ed ha un totale di cinquanta rappresentanti: due nella Camera, due nel Senato, uno nel Parlamento Europeo, diciaotto rappresentanti in dieci provincie, dodici rappresentanti in dodici comuni e quindici rappresentanti in otto divisioni per la gestione dell’acqua.

2017

Il 15 marzo del 2017 il Partito per gli Animali ha ottenuto cinque seggi nel parlamento nelle elezioni nazionali per la Camera. Cosi’ il partito e’ salito da due a cinque seggi, rappresentando una crescita del 150 percento.