Solliciteren bij de Partij voor de Dieren banner

Il Partito per gli Animali porta all’attenzione argomenti importanti che altri partiti ignorano. Ci impegniamo per i valori che contano davvero: la compassione, la sostenibilità e il trattamento rispettoso dell’uomo e degli animali. Inoltre continuiamo a sottolineare che l’attuale crisi in materia di clima, cibo, economia, energia, benessere degli animali e biodiversità sono interdipendenti – e, pertanto, possono essere affrontate soltanto insieme.

Argomenti che arrivano sull’agenda
La nostra influenza è di gran lunga maggiore di quanto si possa pensare in base al numero dei rappresentanti parlamentari. Già per il solo fatto per che abbiamo partecipato alle elezioni, quindi, anche prima che eravamo presente nel parlamento, abbiamo agito come la lepre nella maratona. Dopo la nostra fondazione all’improvviso altri partiti hanno iniziato a far vedere che c’era alcun bisogno di un Partito per gli Animali, perché essi stessi erano rispettosi nei confronti di animali e dell’ambiente. Nel corso del tempo questo effetto è diventato solamente più forte.

thiemeinparliament

In risposta al nostro arrivo nel parlamento gli altri partiti già presenti hanno iniziato a prestare molta più attenzione per gli animali, la natura e l’ambiente. Durante le loro campagne, hanno fatto grandi promesse, di cui ovviamente si doveva solo aspettare per vedere cosa avrebbero mantenuto. La discussione del primo bilancio agricolo dopo il nostro approdo nel parlamento è andato grazie al nostro impegno per l’ottanta per cento dei diritti degli animali e il benessere degli animali. Questa attenzione è rimasta. Con l’arrivo del Partito per gli Animali in Parlamento il tema diritti degli animali è arrivato decisamente anche nel programma di altri partiti. E lo stesso vale per altri argomenti come per esempio gli effetti dei pesticidi sulla biodiversità.

Strumenti parlamentari
Noi facciamo ampio uso delle risorse che i deputati hanno a loro disposizione. Noi presentiamo mozioni, chiediamo dibattiti e votiamo le leggi. Facciamo tante interrogazioni parlamentari, alle quali il ministro in questione è tenuto a rispondere. Questo ci permette di richiamare l’attenzione a questioni che altrimenti non sarebbero all’ordine del giorno e costringere il ministro a prendere una posizione in merito. Scriviamo anche le note di iniziativa, come quelle riguardante la macellazione rituale senza l’utilizzo di anestetici e l’abolizione della caccia come hobby.

Partito d’azione
Non siamo solo attivo nel parlamento ed il senato, nel parlamento europeo, le province, i comuni ed i consorzi delle acque, ma al di fuori. Manifestiamo ad esempio contro mega-stalle, fermentatori di letame e gli accordi commerciali internazionali TTIP e CETA. Nel 2011 è iniziata l’azione Groeiend Verzet (Resistenza Crescente) come una protesta contro i tagli e la vendita di fauna selvatica nei Paesi Bassi. Abbiamo venduto più di 26.000 alberi per creare nuova natura. Inoltre abbiamo comprato, con l’ausilio di una raccolta di fondi, quasi 100.000 m2 di natura. Dopo un appello del Partito per gli Animali in parlamento la vendita di natura è finalmente terminato.

ttip

Inoltre, abbiamo scriviamo libri, come Meat the Future, circa l’impatto del consumo di carne su tra le altre la scarsità di cibo e acqua, la biodiversità e uso del suolo. Facciamo film come One Single Planet, in cui Marianne Thieme parla con scienziati, responsabili politici e pensatori sulle grandi problematiche della sostenibilità che minacciano il nostro pianeta e le possibili soluzioni per mantenere la terra abitabile per le generazioni future. Organizziamo presentazioni e proiezioni per rafforzare i film ed i libri. I libri e film sono realizzati in collaborazione con il nostro ufficio scientifico, la Nicolaas G. Pierson Foundation. La Animal Politics Foundation, l’organizzazione in cui le nostre operazioni internazionali sono raggruppati, fa tradurre libri e film in tante lingue per renderli disponibile quanto più ampiamente possibile.

Media e opinione pubblica
Con il nostro arrivo anche nei media e l’opinione pubblica c’è maggiore attenzione al benessere degli animali e della sostenibilità. All’inizio i media trovavano nel partito soprattutto una curiosità. Nel frattempo, il pubblico è diventato molto più consapevole della necessità di maggiori diritti e il benessere degli animali, anche se c’è ancora molto da fare. Fortunatamente, il movimento per i diritti degli animali è continua crescita. Anche il nostro appello per vedere la crescita economica non più come fine a se stessa, ma uno sguardo più ampio, trova sempre più risonanza. Siamo determinati a continuare a svolgere il nostro ruolo di motore e continuare ad alimentare il dibattito politico e sociale.