Solliciteren bij de Partij voor de Dieren banner

Worldlog Marianne Thieme 10 luglio 2018

  • Crudelta’ nel settore della carne olandese -
  • Emancipazione -
  • Ferie estive -
  • Grigliata parlamentare a favore del Clima e gli Animali -
  • Movimento internazionale -
  • Prima donna nella Camera olandese -
  • Rappresentante comunale per il benessere degli animali -
  • Sperimentazioni con gli animali sono inutili -

Come annunciato nel mio Worldlog precedente, ho fatto una relazione all’Universita’ dei Leida il 22 giugno. Erano venduti tutti i biglietti e la sala era piena di gente di tutte le eta’ e da tutte le parti del mondo: il Marocco, la Turchia, l’Australia ed il Canada. E ovviamente anche dai Paesi Bassi! Erano ospiti anche altri partiti per gli animali di altri paesi. Durante la relazione ho sottolineato il ruolo importante del nostro movimento politico internazionale che e’ sempre in crescita e che sfida la politica tradizionale, portando una nuova forma di politica. Una politica che non mette pu’ al centro dell’atenzione l’uomo, ma il pianeta con tutti i suoi inabitanti. Mi ha dato una bella energia stare insieme a tanta gente con le stesse idee, parlando, ascoltando e formando il futuro del nostro bellissimo movimento.


Tutti gli (imminenti) partiti per gli animali insieme nella foto alla relazione all’Haya

La settimana scorsa erano passati esattamento 100 anni dal momento che Suze Groeneweg entro’ la Camera come primo membro femminile della Camera. Era stata eletta il 3 luglio 1918 ed arrivo’ nella Camera insieme ad 99 uomini. Per celebrare l’occasione, mi ero messa un vestito che diceva “Cosa siete venute a fare qui?”. Questa era la domanda posta dagli uomini alla Sig.ra Groeneweg ed altre donne che si impegnavano per ottenere il diritto di voto per le donne intorno al 1920. Col mio vestito volevo richiedere l’attenzione sul fatto che tutt’ora abbiamo un numero assai basso di donne nella rappresentanza civile ovvero politica. La domanda “cosa siete venute a fare qui?” resta quindi nel 2018 ancora una domanda attuale. Anche il nostro partito riceve spesso questa domanda dai politici tradizionali.


Marianne Thieme chiede con il suo vestito l’attenzione per il basso numero di donne nela politica

La settimana scorsa e’ stato confermato un argomento da lungo proposto dal Partito per gli Animali, nella forma di una ricerca del Centro Medico Universitario di Utrecht insieme all’Istituto Olandese per il Cuore: la maggior parte delle sperimentazione con gli animali sono inutili. Non portano a terapie efficaci di persone malate. Inoltre, per mancanza di tempo, spesso le sperimentazioni non vengono svolte in maniera corretta e sperimentazioni gia’ fatte vengono ripetute. A causa di cio’ devono soffrire e morire ancora piu’ animali. Il Partito per gli Animali vuole che il governo investa molto di piu’ nello sviluppo di tecniche prive di sperimentazioni sugli animali e cominciare presto a smettere di fare tali sperimentazioni, in modo di finirle del tutto.

Il mito che il benessere degli animali nei Paesi Bassi sia buono, viene smantellato pian piano tramite delle ricerche e delle immagini registrate in secreto. Ad esempio ultimamente il canale televisivo olandese RTL ha trasmesso le crudelissime situazioni nei macellai olandesi: dei maiali che affogano strillando e cercando di aggrapparsi con le zampe in una vasca caldissima e vitelli e pecore che vengono spellati dal vivo. Quando simili crudelita’ venivano fuori dai macellai belgi, il governo olandese come anche il settore della carne  affermavano con molta convinzione che queste pratiche non esistessero nei macellai olandesi. Come sempre volevano proteggere subito il settore del bestiame invece degli animali stessi.


Allevamento di anatre

La settimana scorsa l’organizzazione Animal Rights (Diritti per gli Animali) ha messo alla luce anche delle crudelta’ tra gli allevatori di anatre olandesi: gli animali vengono ammazzati a calci e spapellati fino alla morte contro il muro della stalla. Durante il carico sul trasporto per andare dal macellaio, le anatre vengono uccise tagliandogli il collo e dato dei calci. La sofferenza che le vulnerabili anatre subiscono dall’uomo e’ indescrivibile ed inaccettabile. Abbiamo quindi subito fatto delle domande alla Camera. Dobbiamo finire gli allevamenti di anatre.

Il lobby dell’industria della carne continua pero’ in tutti i modi a tenere sotto controllo la politica. Ad esempio la settimana scorsa vi era la grigliata annuale in uno degli edifici della Camera per regalare ai membri della Camera ed altri politici della carne e delle bevande alcooliche. Il Partito per gli Animali trova inaccettabile che un’attivita’ di lobby di questo genere possa tenere luogo nell’edificio del parlamento cosi’ senza vergogna. Un prodotto che porta con se tanta sofferenza per gli animali e che viene descritto dagli scienziati ma anche dal governo stesso “la parte piu’ inquinante per l’ambiente della nostra dieta alimentare”, e che previene la raggiunta degli obiettivi climatici di Parigi, non dovrebbe essere lo scopo di un tale evento.


Partito per gli Animali alla Grigliata Parlamentare a favore del Clima e gli Animali

Eravamo di conseguenza molto felici della Grigliata a favore del Clima e gli Animali sulla piazza della Camera. E’ il positivo contrario della festa carnivora irresponsabile. Grazie all’associazione “Un Animale Un Amico”, i membri della Camera ed altri politici potevano provare un buonissimo panino col hamburger vegano. Un messaggio positivo ed un ottimo modo per far provare ai politici ed altri che mangiare bene e in compagnia e’ possible senza dover uccidere degli animali. Anche noi ci siamo goduti le bonta’! Lofti El Hamidi, direttore del importante giornale olandese NRC, diceva “Perche’ mangiare ancora la carne? In effetti non esistono piu’ argomenti per questa scelta.”

Infine un bel successo dei nostri membri di Rotterdam: grazie ad una mozione del Partito per gli Animali, Rotterdam, il secondo comune dei Paesi Bassi dopo Amsterdam, avra’ un membro del comune dedicato al benessere degli animali. Un importante passo sulla strada per avere piu’ attenzione, in modo strutturale, per le interessi degli animali in questo comune!

Questo e’ ultimo Worldlog prima delle ferie estive. Alla fine di agosto uscira’ il prossimo Worldlog.

Buona estate!


Marianne